Categoria: Green

Creatività fatta a mano in azione sul web

Trasformare la propria passione in lavoro è un’utopia? Non sempre è così, a volte sono proprio le abilità che ognuno ha coltivato nel privato a rendere un’idea vincente. Non stiamo parlando solo di strutture imprenditoriali per forza complesse ma anche di semplici attività artigianali che però racchiudono in sé forza e creatività.

Un esempio tutto friulano è ben rappresentato dall’attività di Francesca Ghiglione Tonazzi che ha dato vita a un’attività artigianale realizzando creazioni fatte a mano: il risultato prende il curioso nome di FUX – TUTTO FATTO A MANO.

Tree Village, le prime case sugli alberi sono in FVG

Il primo villaggio sugli alberi d’Italia si trova a Claut, in Valcellina, in una splendida location immersa nel verde e circondata da un bosco di pini, abeti, larici e faggi che ospitano alcune casette costruite completamente in legno e situate ad alcuni metri di altezza (dai 2 ai 4 metri al massimo) con un sistema costruttivo che non va assolutamente a intaccare l’albero e la sua struttura.

Il Tree Village è situato all’interno di un parco tematico in cui si presentano altre opportunità di scoperta come l’Orto Biologico, il Museo all’aria aperta del Boscaiolo, il Sentiero Botanico e il Training Center di Nordic Walking.

Nell’Orto Biologico vengono coltivati, in modo totalmente naturale, diversi tipi di ortaggi che vengono irrigati usando l’acqua di uno dei due piccoli ruscelli che scorrono nei pressi; i prodotti dell’orto vengono poi impiegati per la preparazione dei pasti.

Cambia prospettiva: la vista è più green con gli occhiali in legno

Dall’esperienza nel settore della lavorazione del legno di Doriano e Daniele Mattellone, fondatori dell’azienda goriziana MA-wood, è nata la prima collezione di occhiali in legno W-eye, piccoli capolavori creati dalle mani esperte dei due artigiani in sinergia con il designer Matteo Ragni.

Due sottili ma resistenti lamine di alluminio costituiscono, assieme sette strati di legno, l’anima degli occhiali donando loro flessibilità, resistenza e leggerezza. Ogni W-eye è rifinito a mano con cura e passione, per una perfetta sensazione tattile. L’assenza delle cerniere, unita alla malleabilità delle aste (attenzione però, non si possono piegare), è soprattutto un accorgimento tecnico che contribuisce a scaricare il peso, non solo sul naso, ma anche sui lati della testa, garantendo così una perfetta vestibilità, rendendoli piacevoli da indossare.

JUMP!: divertirsi con la sostenibilità

Maison Sauvage, uno studio di giovani architetti e artisti che collaborano per individuare strategie di intervento in sintonia con la natura promuovendo riciclo e autocostruzione come tecniche fondamentali per realizzare costruzioni e oggetti low-cost, hanno realizzato JUMP!, un enorme recipiente con una base compatta e una sommità vaporosa dove potersi tuffare, sedere, coricare, rilassare e divertire.

Realizzato con legno certificato PEFC, il progetto ha come modulo base la balla di fieno. Si pensa al fieno nelle sue diverse forme, imballato e sfuso, interpretando questo cambiamento di stato a partire dalle tipologie tradizionali di stoccaggio (essiccatoi come l’arfa trentina o il kozolec sloveno) e dall’usanza rurale di accumulare covoni. Ne scaturisce un enorme recipiente con una base compatta e una sommità vaporosa dove potersi tuffare, sedere, coricare, rilassare e divertire.